Musei, Arte e Cultura

Qualche accenno storico…

La presenza umana ha tramandato la storia del Feltrino e disegnato il nostro territorio sin dalla preistoria. Dal ritrovamento dell’ “Uomo della Val Rosna” (risalente al paleolitico), alla civiltà dei Romani e alle fortezze del Medioevo, la città di Feltre ha attraversato i secoli portando ad oggi una grande varietà di usanze, tradizioni e soprattutto reperti storici. È il caso, ad esempio, delle rovine di epoca romana rinvenute sotto al Duomo della città, in un’aera di quasi 1000mq che ci racconta come il popolo romano abbia modernizzato e migliorato la viabilità Feltrina!

_________________________

Facendo un balzo in avanti, dai Romani al Rinascimento, è d’obbligo nominare il disastroso incendio del 1510 che distrusse quasi interamente la città e di cui tutt’oggi non si hanno prove chiare sulla reale colpevolezza dei fatti. Erano gli anni della Guerra della Lega dei Cambrai (1508-1516), periodo in cui le principali potenze europee cercarono di arrestare l’espansione della Repubblica di Venezia e Feltre fu teatro di numerosi scontri con l’Impero Austriaco.

_________________________

Correndo sulla linea del tempo, arriviamo alle vicende della Grande Guerra, che hanno segnato duramente il nostro territorio. La linea di confine tra Austria e Italia si trovava a pochi chilometri dalla città di Feltre, dove oggi, fra una trincea e l’altra, si erge imponente il Sacrario Militare del Monte Grappa, uno dei principali ossari militari d’Italia dove riposano, tra austriaci e italiani, quasi 23mila soldati.

Elenco delle principali attrazioni storico/culturali e dei musei del Feltrino!

_________________________

*Museo Etnografico della Provincia di Belluno*

Questo museo è uno tra i principali musei etnografici della Regione Veneto; raccoglie, valorizza e racconta moltissime testimonianze della vita bellunese dalla fine dell’Ottocento ai giorni nostri. Attraverso oggetti di uso quotidiano, registrazioni, film e opere scritte, i turisti hanno la grande opportunità di “sentirsi parte di noi”, in un affascinante viaggio nelle nostre tradizioni e nella nostra storia. Di particolare bellezza, soprattutto nei mesi di maggio e giugno, è il giardino delle rose, situato all’esterno del museo e curato dal Gruppo Folk di Cesiomaggiore!

Località: Cesiomaggiore
Per maggiori info su prezzi e orari:
http://www.museoetnograficodolomiti.it/nqcontent.cfm?a_id=6673

_________________________

*Museo Storico della bicicletta-Toni Bevilacqua*

Dal prestigioso lavoro di Sergio Sanvido (1928-2015), che in vita raccolse e conservò decine di modelli di biciclette da tutto il mondo e di quasi ogni secolo, è nato il Museo della Bicicletta di Cesiomaggiore, un unicum nel suo genere a livello nazionale. Dalle bici di Bartali, Coppi e Pantani, ad un originale celerifero francese del 1791, il Museo della Bicicletta ha regalato a Cesiomaggiore il nominativo di “Paese del Ciclismo” e vi accompagnerà nel corso dei secoli alla scoperta del prezioso mezzo utilizzato (almeno una volta!) da tutti noi…la bicicletta!

Località: Cesiomaggiore
Per maggiori info su prezzi e orari:
https://www.museostoricobicicletta.it/

_________________________

*Osservatorio Astronomico e Planetario di Arsòn*

A 520m slm, al riparo da sorgenti luminose, dove il cielo è perfetto per osservare gli astri e lasciarsi trasportare dai sogni, il Planetario e Osservatorio di Arsòn offre ai visitatori la possibilità di imparare e vedere “da vicino” gli elementi della volta celeste! Esplorazioni dai telescopi in prima persona, proiezioni sulla grande cupola del planetario (8 metri di diametro!), interessanti conferenze a tema variabile e molto altro! Dalle eclissi alle costellazioni, l’Associazione Astronomica Feltrina Rheticus vi guiderà in un bellissimo viaggio aldilà dell’atmosfera terrestre!

Località: frazione di Arsòn, Feltre
Per maggiori info su prezzi e orari:
http://www.rheticus.it/

_________________________

*Castel di Lusa*

Nascosto e poco conosciuto anche dai bellunesi, il Castello di Lusa (o Villa Lusa) è un vero e proprio gioiello del Feltrino, antica dimora feudale appartenente ai Vescovi di Feltre e Belluno. La struttura nasce sulle rovine di un precedente castelliere dell’età del bronzo, occupato poi anche in epoca romana e arrivato fino all’Alto Medioevo (XII sec.), periodo di cui conserva tutt’oggi alcune parti dell’architettura. Come nei castelli delle fiabe, il Castello di Lusa era circondato da un profondo fossato, attraversato da un ponte levatoio di cui sono state trovate le tracce. Dal XV secolo fino all’Ottocento, il castello ha subito numerose modifiche, visibili ancora dalle stratificazioni murarie della struttura.

°°°

Località: Villabruna, Feltre
Per maggiori info su prezzi e orari:
http://www.castellodilusa.it/index.htm

_________________________

*Teatro de la Sena*

Detto anche “La Piccola Fenice”, a causa della grande somiglianza con La Fenice di Venezia, il Teatro de La Sena venne costruito nel 1684. Numerosi artisti e architetti ne hanno varcato la soglia: tra il 1729 e il 1730 il noto commediografo Carlo Goldoni vi compose due intermezzi a tre voci durante il suo soggiorno nella nostra città!

Il Teatro venne chiuso, riaperto e ristrutturato più volte nel corso dei secoli ed ospita oggi numerosi spettacoli durante tutto l’anno. Assieme al Teatro Comunale di Belluno (più attivo e frequentato), La Sena è una vera e propria chicca del centro storico di Feltre, e un turista che si rispetti non dovrebbe assolutamente mancarne la visita!

Località: centro storico di Feltre, Palazzo della Ragione
Per maggiori info su prezzi, orari di visita e spettacoli:
https://fondacofeltre.it/feltre/teatro-la-sena/

_________________________

*Museo delle Zoche, del Legno e della Tarsia*

Il legno è stato ed è tuttora uno degli elementi principali delle attività economiche della provincia di Belluno, sia dal punto di vista architettonico sia da quello artistico. Il Museo delle Zoche nasce nel 2013 ed espone una grande varietà di radici (“zoche” in lingua locale) di alberi secolari, mostre temporanee per artigiani del territorio e tarsie lignee realizzate da artisti locali. La tradizione dell’intarsio è da sempre molto sentita in tutte le zone di montagna! Il museo ospita inoltre una raccolta di stampe antiche donate dal Conte Miari Fulcis. Un’esposizione davvero originale e autentica che aspetta solo di essere esplorata!

Località: San Gregorio nelle Alpi
Per maggiori info su prezzi e orari
:http://www.infodolomiti.it/dolomiti-da-vedere/musei-e-collezioni/musei-tematici/museo-delle-zoche-e-della-tarsia/6673-l1.html

_________________________

*Galleria d’Arte Moderna e del Ferro Battuto C.Rizzarda*

Voluta per lascito testamentario dall’artista e artigiano feltrino Carlo Rizzarda (negli anni ’20) e collocata nel cinquecentesco Palazzo Cumano, la Galleria d’Arte Moderna C.Rizzarda raccoglie ed espone numerose opere e oggetti appartenuti a Rizzarda stesso: sculture in ferro battuto, la sua collezione di dipinti e statue, mobili, e oggetti d’arte decorativa che l’artista aveva acquistato per arredare la sua dimora milanese. L’esposizione è davvero unica e preziosa, merita senza dubbio una visita, alla scoperta del buon gusto per l’arte che i Feltrini hanno sempre dimostrato!

Località: Palazzo Cumano, centro storico di Feltre
Per maggiori info su prezzi e orari:
http://musei.comune.feltre.bl.it/GalleriaRizzarda/

_________________________

*Torre dell’Orologio del Castello di Alboino*

Antica entrata principale del Castello di Feltre (o Castello di Alboino, non ancora visitabile), la Torre dell’Orologio è stata aperta al pubblico nel 2018 e ospita un’interessante mostra multimediale che ci presenta tutte le trasformazioni e ristrutturazioni che la torre e il castello hanno subito nei secoli. La testimonianza più antica rinvenuta nella torre risale al 1324, infatti sia la torre che il castello sono di classico stampo medievale: alti e imponenti, sorgono entrambi sulla cima del Colle delle Capre, la “parte antica della cittadella Feltrina”, all’interno della cinta muraria.
Le Mura, Il Castello, i Palazzi e la Torre donano alla città quell’aria “tutta medievale”, che sembra aver fermato il tempo al XIII secolo!

Località: centro storico di Feltre, Piazza Maggiore
Per maggiori info su prezzi e biglietti:
https://fondacofeltre.it/feltre/torre-orologio-castello-feltre/

_________________________

Seguici sui Social!

#vacanzefeltrine

Instagram @bb_paradiso_cesiomaggiore

https://www.instagram.com/bb_paradiso_cesiomaggiore/?hl=it

Facebook B&B Paradiso Cesiomaggiore

https://www.facebook.com/BeB.Cesiomaggiore/?ref=bookmarks